CivitavecchiaToday

“Quattro sì per un'Italia più giusta"

L'associazione "Il popolo della città" dà il suo impegno nella campagna informativa per il referendum del 12 e 13 giugno

Moltissimi comitati, associazioni, sindacati e partiti impegnati nella campagna informativa per il referendum del 12 e 13 giugno. Anche l’associazione “Il popolo della città” si dedica alla delucidazione dei quesiti: “Due volte sì perché l'acqua non è una merce ma un bene primario e come tale deve rimanere pubblico e non fonte di arricchimento. Sì per impedire il ricorso al nucleare. È troppo pericoloso in genere, lo è di più in uno Stato come il nostro dove gestire il rifiuto domestico è un problema, figuriamoci quello radioattivo. Come dimostra la scelta della Germania di chiudere le sue centrali. Sì contro il "legittimo impedimento" perché la legge è uguale per tutti e tutti devono rimanere uguali di fronte alla legge” inoltre aggiunge “quattro sì, insomma, per un'Italia più giusta, più sicura, più sociale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Manifestazione contro i vitalizi, Sardine in piazza e Lazio-Inter: bus deviati e strade chiuse nel week end

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Investito da un'auto mentre attraversa il Raccordo Anulare, morto un uomo

  • Incidente in via Tiburtina, scontro tra camion e auto: morto un uomo. Grave il figlio

  • Incidente in via Laurentina, auto si scontra con un camion: morta una donna

Torna su
RomaToday è in caricamento