CivitavecchiaToday

Mercatini di Natale, commercianti sul piede di guerra

"Impoveriscono il commercio locale interrompendo il circuito virtuoso proprio del commercio di vicinato". Critiche anche nei confronti del presidente Confcommercio e delegato al commercio

Commercianti sul piede di guerra. "A Civitavecchia sembra che il futuro somigli un po' troppo al passato. Infatti con i commercianti gli amministratori di centrosinistra del Pincio non si stanno comportando diversamente da quelli di centrodestra sconfitti alle elezioni di sei mesi fa".

Somiglianze che si notano a occhio nudo. A cominciare dai "lavori al nuovo mercato ancora bloccati e non si sa quando finiranno, esattamente come nella passata amministrazione". E su questo punto i commercianti avvertono: "Non si tiri fuori la storia che non ci sono i soldi perché il sindaco Tidei e i suoi assessori sapevano perfettamente qual'era la situazione finanziaria del Pincio. Anzi, lo stesso Tidei parlava di 50 milioni di debito e invece ne ha trovati 30. Come Moscherini - tuonano - neanche Tidei ascolta i commercianti".

E parlano di assenza di convocazione da parte del primo cittadino, della categoria interessata. Assenza di dialogo anche ora che si avvicina il Natale e dal Pincio hanno riproposto la manifestazione "Natale a Civitavecchia".

"Questa mancanza di comunicazione, ha fatto sì che ormai tutti i negozianti avessero da tempo provveduto a rifornire le proprie attività commerciali di articoli natalizi a sufficienza da coprire il fabbisogno della città. È chiaro che da parte nostra, nell'apprendere la notizia, solo ed esclusivamente dalla stampa, che dal 7 di dicembre fino al 6 gennaio torneranno nella nostra città i mercatini di Natale, si leva un coro di protesta a significare che non accetteremo di essere emarginati come ha fatto la precedente amministrazione".

Una scelta, quella dei mercatini di Natale che i commercianti contestavano anche a Moscherini "perché - spiegano - danneggia il commercio di vicinato". Una protesta che però non vuole avere il sapore di guerra aperta nei confronti di questo tipo di attività per partito preso. "Ma i mercatini di Natale che abbiamo visto in questi anni - spiegano - non portano al consumatore nuovi o differenti prodotti che non possono essere trovati nei negozi. Al contrario. Impoveriscono il commercio locale interrompendo il circuito virtuoso proprio del commercio di vicinato. Siamo ormai purtroppo abituati alle poche accortezze delle varie amministrazioni, quello che ancor più ci colpisce è la mancata considerazione che il presidente Confcommercio nonché delegato al commercio (evidente conflitto d'interesse) ha nei nostri confronti".

Per finire i commercianti si augurano che questa loro "corretta e vitale presa di posizione, possa essere un inizio proficuo di dialogo e crescita con la nuova amministrazione".

Scetticismo sui mercatini di natale è espresso anche dal rappresentante Mobilità, Logistica e Trasporti Confcommerio Tullio Nunzi. Che spiega i suoi perché. "Innanzitutto perché la manifestazione lo scorso anno era stata criticata aspramente dai commercianti e, poiché si parla di concertazione forse sarebbe stato bene fare un passaggio con loro. Secondo perché sarebbe stata una rottura con la precedente amministrazione che, per quanto riguarda mercati e mercatini era stata ampiamente criticata da singoli commercianti e organizzazioni di categoria".

Manifestazioni peraltro che Tullio Nunzi esclude possano "riqualificare e valorizzare il centro storico che si valorizza con un arredo urbano, con degli eventi specifici e di qualità, con interventi di pulizia, parcheggi e altro. Credo che si stia sottovalutando un settore, come quello del terziario e dei servizi, nello stesso modo di tutte le altre amministrazioni, non tenendo conto che è il settore portante dell'economia civitavecchiese, come pil e come occupazione".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

  • Insegue scooterista e lo travolge con l'auto, poi le minacce: "Se non ti ho ammazzato oggi lo farò domani"

Torna su
RomaToday è in caricamento