domenica, 21 settembre 23℃


Tassisti abusivi truffavano i turisti a Civitavecchia

I vigili urbani della Capitale hanno fermato un gruppo di tassisti e noleggiatori abusivi che truffavano i turisti che arrivavano al porto di Civitavecchia. Per gli abusivi una multa di oltre 6 mila euro e il ritiro della patente e il sequestro dei mezzi.

Redazione 11 agosto 2009
Fermavano i turisti che sbarcavano a Civitavecchia offrendo loro servizi di taxi e auto con noleggio del conducente: il tutto senza licenze e in modo abusivo.

Questo quanto scoperto dai vigili urbani che hanno atteso l’arrivo dei truffatori nella Capitale fermandoli in alcune vie centrali della Capitale in particolare via delle Fornaci, piazza della Rovere, via della Stamperia e piazza della Repubblica, insieme ad un gruppo di turisti spagnoli e inglesi che avevano pagato 50 euro a testa per giungere in centro.

Gli abusivi sono stati sanzionati con una multa  di 6.527,00 euro congiuntamente al ritiro e la sospensione della patente di guida fino a dodici mesi e anche il sequestro dei veicoli per la successiva.

Secondo il comandante dei vigili urbani Carlo Buttarelli «questi controlli costituiscono una concreta risposta alle aspettative degli esercenti Taxi e Ncc che quotidianamente svolgono con regolarità e correttezza la loro attività e contestualmente soddisfano l'esigenza più volte espressa dall'amministrazione comunale di maggior rigore nei confronti degli abusivi a tutela dei turisti e dell'immagine del Comune di Roma».

Annuncio promozionale

Civitavecchia
abusivismo
cronaca
taxi

Commenti